Per poter attivare lo scadenzario è necessario cliccare su “Attiva”

Cliccando su attiva verranno create le scadenze attive e passive per tutti i documenti emessi e ricevuti dopo l’attivazione del servizio.

Nella Toolbar sono presenti i pulsanti:

  • Aggiorna: che permette di aggiornare l’elenco delle scadenze
  • Attiva/Disattiva: permette di attivare e disattivare lo scadenzario

FILTRI
A destra della toolbar sono presenti i filtri che permettono di filtrare le scadenze per:

  1. Numero documento
  2. Data documento da: verranno restiturite le scadenze a partire dalla data fattura indicata
  3. Data documento a: verranno restiturite le scadenze fino alla data fattura indicata
  4. Controparte: ragione sociale di chi ha ricevuto la fattura per le fatture attive e i dati di chi l’ha emessa per le fatture passive
  5. Modalità di pagamento
  6. Tipo documento
  7. Data scadenza da: verranno restiturite le scadenze a partire dalla data scadenza indicata
  8. Data scadenza a: verranno restiturite le scadenze fino alla data scadenza indicata
  9. Tipo: permette di filtrare tra le scadenze relative a fatture emesse e ricevute
  10. Stato: permette di filtrare le scadenze in base al loro stato ovvero“Da Pagare”, “Pagata”, “Annullata”

ELENCO SCADENZE
Le scadenze sono ordinate in base alla data scadenza crescente (dalla più vicina alla più lontana) e sono automaticamente filtrate in modo che siano visibili quelle in stato “Da pagare”.
Nell’elenco delle scadenze sono visibili:

  • Rata: il numero di rata sul totale presenti in fattura
  • Tot. rate: numero totali di rate presenti in fattura
  • Numero doc.: numero della fattura alla quale la scadenza si riferisce
  • Data doc.: data della fattura alla quale la scadenza si riferisce
  • Controparte: ragione sociale di chi ha ricevuto la fattura (per le fatture attive) o di chi la ha emessa (per le fatture passive)
  • Modalità pagamento: modalità di pagamento, se indicata in fattura
  • Tipo documento: descrizione della tipologia di documento emesso o ricevuto
  • Data scad.: data della scadenza
  • Importo: importo da pagare per quella scadenza
  • Tipo: “Attiva” per le fatture emesse, “Passiva” per le fatture ricevute
  • Stato:
ICONA STATO DESCRIZIONE
Pagata quando la scadenza è stata impostata come pagata dall’utente
Da pagare valore di default, inserito quando la scadenza viene creata, in attesa che l’utente la imposti manualmente come pagata o annullata
Annullata quando la scadenza è stata impostata come annullata dall’utente
permette la visualizzazione della fattura collegata alla scadenza. Se presente il servizio che permette la scelta del layout, si apre il menù a tendina per la scelta del layout, altrimenti apre la visualizzazione della fattura nel layout DocEasy.
permette la visualizzazione dell’allegato alla fattura se inserito secondo lo standard Assosoftware, altrimenti il pulsante non è presente
Il menu azioni permette di impostare/modificare gli stati delle scadenze sulle fatture
  • Imposta come pagata: permette di impostare lo stato della scadenza a “Pagata”, si visualizza solo se lo stato della scadenza è diverso da “Pagata”
  • Imposta come annullata: permette di impostare lo stato della scadenza a “Annullata”, si visualizza solo se lo stato della scadenza è diverso da “Annullata”
  • Imposta come da pagare: permette di impostare lo stato della scadenza a “Da pagare”, si visualizza solo se lo stato della scadenza è diverso da “Da pagare”
  • Modifica data scadenza: permette di modificare la data di una scadenza indicata in elenco. Premendolo si visualizza una modale dove indicare una nuova data

Hanno lo sfondo giallo le scadenze ancora in stato “Da pagare” oltre la scadenza

CREAZIONE SCADENZE
Dall’attivazione dello scadenzario, verranno create le scadenze relative a tutte le fatture emesse e ricevute, ad eccezione dei documenti di tipo TD21 e TD27

  • Le scadenze vengono create anche se l’importo è 0,00. In tal caso lo stato viene automaticamente impostato come “Pagato”
  • Le scadenze vengono create:
  1. da tutti i canali: compilatore, upload, web api, servizio SdI# se è presente una data scadenza verrà indicata quella come data scadenza (importo pagamento = importo della rata)
  2. se non è presente una data scadenza verrà indicata la data fattura come data scadenza (importo pagamento = importo della rata)
  3. se non è presente nemmeno un blocco Dati Pagamento nel documento o se nessun blocco Dati Pagamento contiene almeno un blocco Dettaglio Pagamento, verrà indicata la data fattura come data scadenza con una sola rata nello scadenzario (importo pagamento = totale documento)
  4. se nel documento non è presente nessun blocco Dati Pagamento ne il totale documento, la scadenza non viene creata

Nel caso in cui la scadenza venga inserita nello scadenzario con la data documento, la data è seguita dall’icona di un triangolo con l’indicazione sotto indicata:

Cliccando sui tre puntini verticali sulla destra di ogni riga, si aprirà una piccola finestra

Modificando la data scadenza con la funzione “Modifica data scadenza”, l’icona viene rimossa.

SEZIONE FATTURE
All’interno delle sezioni “Fatture attive” e “Fatture passive”, se il servizio scadenzario è presente e abilitato, è visibile la colonna “Stato scad.”
La colonna riporta lo stato delle scadenze relative alle fatture:

Pagata quando la scadenza è stata impostata come pagata dall’utente
Da pagare valore di default, inserito quando la scadenza viene creata, in attesa che l’utente la imposti manualmente come pagata o annullata
Annullata quando la scadenza è stata impostata come annullata dall’utente

Hanno lo sfondo giallo le fatture dove almeno una rata si trova ancora in stato “Da pagare” oltre la scadenza.