Guida alla costruzione di un bilancio di esercizio efficace

Occhiali da vista e fogli di un bilancio di esercizio poggiati su piano in legno

Il bilancio di esercizio è uno strumento finanziario fondamentale per valutare la salute economica di un’azienda. Questo documento fornisce una panoramica dettagliata delle risorse, degli obblighi e delle performance finanziarie di un’impresa in un determinato periodo di tempo. Costruirlo in modo efficace richiede una comprensione approfondita dei dati finanziari e dei requisiti normativi specifici del Paese. Ecco una guida passo per passo su come costruire un bilancio di esercizio. 

Bilancio di esercizio attivo e passivo 

Un bilancio di esercizio può essere attivo o passivo ed è importante capire le differenze tra i due e delle loro sottocategorie. 

Bilancio attivo 

  • Attivo Circolante: include disponibilità liquide, crediti commerciali, scorte di magazzino. 
  • Attivo Fisso: comprende gli investimenti a lungo termine come immobilizzazioni materiali, immateriali e finanziarie. 
  • Attivo Finanziario: investimenti temporanei, partecipazioni in altre società. 

Bilancio passivo 

  • Passivo Circolante: debiti a breve termine come fornitori, debiti fiscali, ecc. 
  • Passivo a Lungo Termine: prestiti, obbligazioni e debiti a lungo termine. 
  • Patrimonio Netto: capitale sociale, riserve, utili non distribuiti. 

I fattori da considerare prima di costruire un bilancio 

Costruire un bilancio efficace richiede precisione, competenza contabile e comprensione approfondita delle attività aziendali. È un processo continuo che fornisce un quadro finanziario cruciale per valutare la stabilità e il successo di un’azienda. Assicurati di tenere aggiornati i dati e di aderire alle normative contabili per garantire un bilancio accurato e utile per il miglioramento continuo dell’azienda. 

Raccomandazioni normative 

È fondamentale seguire le normative contabili e fiscali italiane (principalmente il Codice Civile e i principi contabili internazionali come l’IFRS – International Financial Reporting Standards). Questi regolamenti stabiliscono le regole per la compilazione e la presentazione del bilancio, garantendo la conformità legale. 

Ratios finanziari 

Oltre ai totali dell’attivo e del passivo, i rapporti finanziari offrono un’analisi più dettagliata delle performance aziendali. Alcuni indicatori importanti includono il rapporto di liquidità, il rapporto di indebitamento, il margine operativo lordo (EBITDA) e il ROE (Return on Equity). Questi aiutano a comprendere meglio l’efficienza operativa, la capacità di ripagare i debiti e la redditività dell’azienda. 

Gruppo di persone intorno ad un tavolo mentre analizzano i dati del bilancio di esercizio

Analisi trend 

Comparare i bilanci di esercizio di più periodi può evidenziare tendenze e cambiamenti significativi sull’andamento finanziario dell’azienda nel tempo. Questo tipo di analisi può rivelare se l’azienda sta crescendo, stagnando o incontrando difficoltà finanziarie. 

Nota integrativa 

La nota integrativa è un documento complementare al bilancio che fornisce ulteriori dettagli e informazioni sulle voci presenti nel bilancio stesso. È parte integrante dei documenti contabili e fornisce ulteriori informazioni, spiegazioni e dettagli che completano e integrano i dati contenuti nel bilancio stesso. Ha lo scopo di offrire una maggiore comprensione della situazione economica, finanziaria e patrimoniale dell’azienda al di là di quanto può essere evidenziato solo attraverso i dati numerici presenti nei principali stati contabili come il bilancio, lo stato patrimoniale e il conto economico. 

Revisione contabile 

In molti casi, è richiesta una revisione contabile da parte di un professionista esterno per garantire l’accuratezza e la trasparenza del bilancio. Questa revisione aggiunge credibilità e affidabilità alle informazioni finanziarie presentate. 

Budget e pianificazione 

Utilizza il bilancio di esercizio come base per la creazione di budget e piani finanziari futuri. Questo aiuta a stabilire obiettivi realistici e a monitorare le performance rispetto alle aspettative stabilite. 

Segnalazione delle performance non finanziarie 

Oltre alle informazioni finanziarie, considera di integrare nel bilancio anche indicatori non finanziari come impatto ambientale, responsabilità sociale d’impresa o indicatori di soddisfazione del cliente. Questi possono riflettere l’impegno aziendale verso la sostenibilità e il valore oltre il mero aspetto finanziario. 

Software di gestione finanziaria 

L’utilizzo di software di gestione finanziaria e contabile può semplificare notevolmente il processo di raccolta dati, registrazione, analisi e generazione del bilancio di esercizio. 

Dettaglio della dashboard di Kubik

In questa sezione è possibile tenere sotto controllo le scadenze, suddivise per fatture da incassare e fatture scadute.

Un bilancio ben costruito non è solo un obbligo contabile, ma un potente strumento decisionale. Integrando queste informazioni e seguendo con cura le linee guida e le normative contabili italiane, è possibile ottenere un quadro finanziario completo e accurato dell’azienda, fornendo così una base solida per prendere decisioni strategiche e gestire con successo l’azienda nel contesto economico italiano. 

Come costruire un bilancio di esercizio, tutti gli step 

Costruire un bilancio coinvolge diversi passaggi e richiede la raccolta, la registrazione e l’organizzazione accurata dei dati finanziari di un’azienda. Ecco i passaggi principali per costruirlo: 

  • Raccolta dei dati finanziari: bisogna prima di tutto essere in possesso dei documenti finanziari pertinenti come bilanci, registrazioni contabili, rendiconti e transazioni relative al periodo di riferimento. 
  • Classificazione delle voci: organizza i dati finanziari in categorie specifiche come attivo, passivo e patrimonio netto. All’interno di queste categorie, suddividi ulteriormente i dati in sottocategorie pertinenti (ad esempio, attivo circolante, attivo fisso, passivo corrente, passivo a lungo termine, ecc.). 
  • Registrazione dei dati: registra accuratamente ogni transazione finanziaria nella categoria corrispondente. Usa un software di contabilità o fogli di calcolo per semplificare questo processo. 
  • Calcolo dei totali: una volta che i dati sono stati registrati e classificati correttamente, calcola i totali per ciascuna categoria. Somma gli importi relativi all’attivo, al passivo e al patrimonio netto. 
  • Preparazione del bilancio: utilizzando i totali ottenuti, prepara il bilancio. Segui il formato richiesto dalle normative contabili in vigore nel tuo Paese o Regione. 
  • Struttura del bilancio: deve essere suddiviso in due colonne, la prima rappresenta l’attivo e la seconda il passivo e il patrimonio netto. All’interno di queste colonne, elenca le voci specifiche (es. disponibilità liquide, debiti a breve termine, capitale sociale, ecc.) e i relativi importi. 
  • Verifica e rettifica: verifica attentamente il bilancio per assicurarti che tutti i dati siano stati inseriti correttamente e che i totali corrispondano. Rettifica eventuali errori o discrepanze. 
  • Approvazione e presentazione: una volta verificato e corretto, il bilancio può essere approvato dai dirigenti aziendali e presentato agli stakeholder interni ed esterni come investitori, autorità fiscali o istituti bancari. 
  • Analisi dei risultati: dopo la presentazione del bilancio, analizza i risultati finanziari ottenuti. Calcola i rapporti finanziari chiave per valutare la situazione economica dell’azienda, come liquidità, solvibilità, redditività, etc. 

La costruzione di un bilancio richiede attenzione ai dettagli e la conformità alle normative contabili e fiscali in vigore. In molti casi, soprattutto per le aziende di dimensioni significative, può essere necessario coinvolgere professionisti quali revisori contabili o commercialisti per garantire l’accuratezza e la conformità del bilancio. 

Condividi: