Fatturazione Elettronica

Esenzione da fattura elettronica per medici e operatori sanitari: quando invece è obbligatoria? 

Condividi:
LinkedInFacebookWhatsAppEmailCopy LinkShare

L’introduzione della fattura elettronica in Italia ha rappresentato una significativa svolta nel processo di digitalizzazione di tanti settori, anche se per i medici e gli operatori sanitari, in realtà, non vige ancora questo obbligo. Nel corso del 2024, infatti, queste categorie continueranno ad essere esentate dall’emissione di fattura elettronica: un obbligo che è stato posticipato al 2025. 

Proprio a fine 2023, infatti, il Consiglio dei Ministri ha esteso questa deroga che esclude le prestazioni sanitarie offerte ai privati cittadini dal Sistema di interscambio gestito dall’Agenzia delle Entrate, quindi, per i medici, dentisti e operatori sanitari non sono previsti cambiamenti e potranno continuare ad emettere fatture cartacee ai pazienti e, successivamente, inviare i dati al Sistema Tessera Sanitaria. 

Questa proroga è stata formalizzata tramite il Decreto Milleproroghe (Dl 215 del 30 dicembre 2023), pubblicato sulla Gazzetta ufficiale numero 303: una esenzione temporanea, inizialmente introdotta nel 2019, che aveva quale obiettivo quello di proteggere la privacy dei pazienti. Ci si aspettava una soluzione in questo senso, che potesse proteggere la privacy dei pazienti e, al contempo, snellire il processo di fatturazione anche per medici e operatori sanitari, introducendo l’obbligo anche per loro di fatturazione elettronica, ma per ora nulla è stato definito.  

Ci sono, però, determinate situazioni in cui i medici e gli operatori sanitari sono in realtà “obbligati” ad emettere fattura elettronica invece che cartacea: vediamo insieme quali sono e quanto sia importante l’utilizzo di software in cloud per facilitare questo processo, soprattutto nell’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria. 

Quando la fattura elettronica è obbligatoria per i medici 

Dal 1° gennaio 2019, la fatturazione elettronica è diventata obbligatoria per tutte le operazioni tra soggetti residenti o stabiliti in Italia, ma, come accennato, non per i medici e gli operatori sanitari. Esistono però specifici casi nei quali anche chi opera nel settore sanitario ha l’obbligo di fattura elettronica, ovvero: 

Cliniche e studi privati 

Le cliniche e gli studi privati che operano nel settore sanitario, ma agiscono nel contesto di una struttura organizzativa aziendale, sono obbligati a utilizzare la fatturazione elettronica per tutte le transazioni commerciali e professionali. Questo permette una migliore tracciabilità delle operazioni e un controllo fiscale più accurato. 

Tribunale per consulenze e perizie 

I medici che forniscono consulenze e perizie per conto dei tribunali devono adempiere all’obbligo di fatturazione elettronica: questo caso include le situazioni in cui i medici agiscono come periti o consulenti tecnici d’ufficio, svolgendo un ruolo chiave nel processo giudiziario. 

Compagnie assicurative 

Quando i medici forniscono servizi direttamente a compagnie assicurative, come perizie o consulenze per la valutazione di sinistri o per la determinazione di premi assicurativi, la fatturazione elettronica diventa essenziale. Questo non solo garantisce trasparenza e conformità fiscale, ma facilita anche la gestione delle pratiche assicurative. 

Ditte e aziende 

Le collaborazioni tra medici e ditte o aziende, per servizi di medicina del lavoro o consulenze sanitarie aziendali, richiedono l’emissione di fatture elettroniche. Queste operazioni sono spesso parte integrante delle politiche di salute e sicurezza sul lavoro. 

Enti pubblici e privati 

Medici che collaborano con università o altri enti pubblici e privati in qualità di docenti, ricercatori o consulenti devono utilizzare la fatturazione elettronica per formalizzare economicamente queste relazioni professionali. 

Società, come ad esempio le squadre sportive o le società editoriali 

Quando i servizi medici sono erogati a società, inclusi club sportivi o case editrici, la legge richiede l’uso della fattura elettronica, processo che facilita la gestione finanziaria e contabile di queste entità. 

Altri professionisti 

I medici che interagiscono professionalmente con altri professionisti che sono soggetti all’obbligo di fatturazione elettronica (come avvocati, architetti, etc.) devono emettere fattura elettronica. 

L’ importanza dei software di fatturazione elettronica in cloud 

L’uso di software di fatturazione elettronica in cloud offre numerosi vantaggi, non solo in termini di conformità normativa, ma anche per l’efficienza operativa. Questi strumenti permettono una gestione semplificata delle fatture, sicurezza dei dati e accessibilità da qualsiasi dispositivo con connessione Internet. Inoltre, molti software sono ora integrati con il Sistema Tessera Sanitaria, come il software in cloud di fatturazione per medici e operatori sanitari Kubik Tessera Sanitaria, permettendo così di inviare automaticamente i dati relativi alle prestazioni sanitarie erogate, una prassi obbligatoria per tutti i medici, sia per chi emette fattura elettronica, sia per chi utilizza ancora il metodo cartaceo. 

L’utilizzo di software in cloud per la fatturazione elettronica che include l’integrazione con il Sistema Tessera Sanitaria semplifica notevolmente questo processo, riducendo il carico amministrativo sui professionisti del settore sanitario e assicurando una trasmissione dei dati tempestiva e priva di errori

La fatturazione elettronica per i medici non è solo una questione di adempimento normativo, ma una leva per una maggiore efficienza e sicurezza nella gestione delle pratiche amministrative. Con la continua evoluzione delle normative fiscali e sanitarie, è importante che i professionisti del settore restino informati e considerino seriamente l’adozione di strumenti quali i software in cloud per rimanere competitivi e conformi alle normative vigenti