Fatturazione Elettronica

Fattura elettronica per i forfettari

Condividi:
LinkedInFacebookWhatsAppEmailCopy LinkShare

Dal 1° luglio 2022 è diventato obbligatorio per i contribuenti forfettari adottare la fatturazione elettronica. Questa decisione, conforme alla decisione 2021/2251 del Consiglio Europeo, elimina l’esonero precedente dal dovere di emettere e-fatture per i soggetti forfettari. 

Nuove Regole per la Fatturazione Elettronica 

Il decreto legge 36 del 2022, noto come decreto Pnrr 2 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 100 del 30 aprile 2022, stabilisce che l’Italia adotti l’autorizzazione europea di estendere l’obbligo di fatturazione elettronica anche ai forfettari precedentemente esonerati. La normativa vigente è stata influenzata dalla proposta italiana all’UE, approvata il 13 dicembre 2021, che includeva due aspetti fondamentali: 

  • La continuazione, per ulteriori tre anni (fino al 2024), dell’obbligo di fatturazione elettronica nelle transazioni tra aziende e professionisti, e verso privati senza Partita IVA. 
  • L’introduzione della fatturazione elettronica anche per i contribuenti forfettari, previa eliminazione normativa dell’esonero preesistente. 

Impatto sull’Evasione Fiscale 

L’introduzione obbligatoria della fatturazione elettronica per i regimi forfettari e per determinate categorie di associazioni sportive e società dilettantistiche rappresenta uno strumento significativo nella lotta contro l’evasione fiscale in Italia. Circa 1,5 milioni di contribuenti forfettari sono ora coinvolti in questo nuovo regime. La digitalizzazione dei processi di fatturazione non solo aumenta la trasparenza delle transazioni economiche ma facilita anche un controllo più efficiente e sistematico da parte delle autorità fiscali. L’accesso in tempo reale ai dati consente agli enti governativi di rilevare discrepanze e anomalie con maggiore rapidità e precisione. 

Le associazioni sportive e le società dilettantistiche, che spesso operano su piccola scala con budget limitati, beneficiano anch’esse di questa misura. Con ricavi annui inferiori a 65.000 euro, queste entità rappresentano un segmento vulnerabile in termini di conformità fiscale involontaria, dovuta spesso alla mancanza di risorse per gestire la complessità della contabilità tradizionale. La fatturazione elettronica semplifica notevolmente questi processi, riducendo il carico amministrativo e migliorando la precisione delle dichiarazioni fiscali. 

Criteri di Applicabilità 

L’obbligo di adottare la fatturazione elettronica è diventato effettivo dal 1° luglio 2022 per tutti i contribuenti forfettari che, nel 2021, hanno registrato ricavi o compensi superiori ai 25.000 euro. Questo limite è stato stabilito per includere nel nuovo regime di fatturazione digitale quei soggetti con una certa capacità operativa e una dimensione economica che giustifica l’adozione di sistemi più strutturati di gestione fiscale. Dal 1° gennaio 2024, l’estensione dell’obbligo è stata ulteriormente ampliata per includere tutti i contribuenti forfettari e quelli in regime di vantaggio, indipendentemente dall’entità dei loro ricavi o compensi. Questa misura universale è volta a standardizzare l’approccio alla fatturazione elettronica, assicurando che ogni transazione venga registrata e che ogni euro sia tracciabile. Questa strategia non solo mira a ridurre significativamente l’evasione fiscale ma anche a incrementare la semplicità e l’efficienza per i contribuenti, garantendo equità e trasparenza nel sistema fiscale italiano. 

Kubik: il software in Cloud per la fatturazione elettronica

Kubik è il software in Cloud per la fatturazione elettronica pensato per supportare le microimprese, gli studi professionali e le PMI. Il punto di forza di Kubik è la sua natura “in Cloud”, che permette all’imprenditore di poterlo utilizzare da qualsiasi dispositivo e anche in mobilità. A breve chi è in regime forfettario dovrà passare rapidamente alla gestione elettronica delle fatture e necessità quindi di un software che possa avere i seguenti requisiti:

  • Semplicità e immediatezza di utilizzo
  • Elevato livello di personalizzazione
  • Costi contenuti

Kubik è la soluzione ideale per chi cerca un software per la fatturazione elettronica semplice da utilizzare, completo nelle funzionalità e modulabile a seconda dei propri obiettivi.

FAQ 

1. Chi è obbligato a utilizzare la fatturazione elettronica a partire dal 1° luglio 2022?

Tutti i contribuenti forfettari che nel 2021 hanno avuto ricavi o compensi superiori ai 25.000 euro sono obbligati a utilizzare la fatturazione elettronica. Questa misura è stata introdotta per aumentare la trasparenza e facilitare il controllo fiscale. 

2. Cosa cambia con l’introduzione della fatturazione elettronica per i forfettari?

L’obbligo di fatturazione elettronica per i forfettari mira a ridurre l’evasione fiscale e a semplificare la gestione delle fatture. Questa digitalizzazione permette un monitoraggio più efficace delle transazioni e una maggiore facilità di archiviazione e accesso ai dati fiscali. 

3. Quali sono le date chiave da ricordare riguardo l’obbligo di fatturazione elettronica? 

1° luglio 2022: Inizio dell’obbligo per i forfettari con ricavi o compensi superiori a 25.000 euro nel 2021. 
1° gennaio 2024: Estensione dell’obbligo a tutti i contribuenti forfettari e a quelli in regime di vantaggio, indipendentemente dall’ammontare dei loro ricavi o compensi. 

4. Come influisce la fatturazione elettronica sulle associazioni sportive e società dilettantistiche?

Le associazioni sportive e le società dilettantistiche con ricavi annui inferiori a 65.000 euro devono anche adottare la fatturazione elettronica. Questo aiuta a mantenere una contabilità più trasparente e a ridurre gli errori di gestione fiscale causati dalla mancanza di risorse. 

5. Quali sono i vantaggi principali dell’utilizzo di un software in Cloud come Kubik per la fatturazione elettronica?

Kubik offre numerosi vantaggi: 
Accessibilità: Può essere utilizzato da qualsiasi dispositivo, facilitando l’accesso e la gestione delle fatture in mobilità. 
Semplicità di utilizzo: Progettato per essere intuitivo, permette anche ai meno esperti di gestire efficacemente la fatturazione. 
Costi contenuti: Ideale per piccole imprese e professionisti che cercano soluzioni economiche. 
Personalizzazione: Si adatta facilmente alle specifiche esigenze dell’utente, garantendo flessibilità. 

6. Cosa succede se un contribuente forfettario non rispetta l’obbligo di fatturazione elettronica?

Il mancato rispetto può portare a sanzioni da parte delle autorità fiscali, che possono includere multe e altre penalità finanziarie. È fondamentale che tutti i soggetti obbligati si conformino alle normative per evitare complicazioni legali e finanziarie. 

7. Sono previste delle eccezioni all’obbligo di fatturazione elettronica per i forfettari?

Al momento, non sono previste eccezioni: tutti i contribuenti forfettari dovranno adottare la fatturazione elettronica a partire dalle date stabilite, indipendentemente dal volume di affari.